I materiali dei Convegni.
 
 Testata
IL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE E LA RISPOSTA AGLI EVENTI EMERGENZIALI

RACCONTARE I DISSESTI AMBIENTALI: CHI PARLA?

Riccardo CONTE, Regione Piemonte Protezione Civile

LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE

THE HYOGO FRAMEWORK FOR ACTION
AND THE ITALIAN NATIONAL PLATFORM FOR DISASTER RISK REDUCTION

Luigi D’ANGELO, Responsabile del servizio relazioni internazionali Dipartimento della protezione
civile nazionale
LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE
Esempio di good practice
Mette LINDHAL- OLSSON Head of Natural Hazards & Critical Infrastructure Swedish Civil
Contingencies Agency
LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE

Esempio di good practice

Pande LAZAREVSKI Co-chair of the European Forum for Disaster Risk Reduction The former
Yugoslav Republic of Macedonia
RACCONTARE I DISSESTI AMBIENTALI: CHI PARLA?
Maurizio RAVIDÀ, Rappresentante FERPI
LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE

La Campagna Making Cities Resilient. My City is Getting Ready! Esempio di good
practice di un Comune

Pierpaolo CAMPOSTRINI, Comune di Venezia
LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE

Gli esempi italiani di riduzione del rischio nel campo sismico e idrogeologico

Vincenzo COCCOLO, Regione Piemonte Direttore protezione civile
LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA DISASTRI: BUONE PRASSI E LEZIONI DA APPRENDERE

La riduzione del rischio da disastri, lo Hyogo Framework for Action e la Campagna Making
Cities Resilient

Paola ALBRITO, Regional Coordinator for Europe UNISDR
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE.
Sistemi di monitoraggio wireless in ambito montano
Marcello CHIABERGE, Vice-Direttore del Laboratorio di Meccatronica del Politecnico di Torino
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE
Il Progetto WORKPAD. Migliorare la gestione delle emergenze attraverso la gestione dei
processi e la geo-collaborazione.
Andrea MARRELLA, Dottorato di Ricerca in Ingegneria Informatica al Dipartimento di Informatica e
Sistemistica, Sapienza Università di Roma
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE.
SITgE, Il Sistema Informativo Territoriale per la Gestione delle Emergenze. Attività e scenari
applicativi
Salvatore MAZZEO, Dirigente del settore Protezione Civile – Regione Calabria
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE.
Il ruolo della meteorologia nella gestione delle emergenze ambientali
Gian Paolo MINARDI, Esperto fisico-meteorologo, Arpa SMR Servizio Meteorologico Regionale di
ARPA Lombardia - Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Lombardia
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE.
Open Foreste Italiane: crowdsourcing per l’anticendio boschivo
Elena RAPISARDI, Content Strategist and information Manager
APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE “MISSION CRITICAL”. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE.
ITHACA Early Warning: uso di dati satellitari per la caratterizzazione e il monitoraggio della siccità
Francesca PEREZ, Ricercatore ITHACA - Information Technology for Humanitarian Assistance,
Cooperation and Action
PROGETTO STRATEGICO RISKNAT

Piene dei fiumi alpini

Secondo Barbero
(ARPA PIEMONTE)
L'aggiornamento della Banca dati SIFRAP nell'ambito del progetto RISKNAT
Luca Lanteri – Arpa Piemonte
DT Geologia e Dissesto
IL RISCHIO IDROGEOLOGICO
La valutazione del rischio per frana
Ferruccio FORLATI, Regione Piemonte
IL RISCHIO SISMICO
Pericolosità sismica
Carlo MELETTI, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
IL RISCHIO SISMICO
Valutazione del rischio sismico
Rui PIHNO, Università di Pavia e Segreteria Generale del progetto GEM
IL RISCHIO SISMICO

La vulnerabilità delle strutture e le azioni di prevenzione

Mauro DOLCE, Direttore dell’Ufficio Valutazione, prevenzione e mitigazione del rischio sismicodel Dipartimento della protezione civile nazionale

IL RISCHIO IDROGEOLOGICO
Giorgio LOLLINO, CNR-IRPI – Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica
IL RISCHIO IDROGEOLOGICO
Tecnologie e monitoraggio del rischio idrogeologico
Paolo ALLASIA, CNR – IRPI - Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica
RECENTI RISULTATI DI PREVISIONE CLIMATICA PER LA REGIONE MEDITERRANEA
Renata PELOSINI, Arpa Piemonte
IL RISCHIO SISMICO
Stabilità dei terreni ed effetti locali
Stefano AVERSA, Università di Napoli
RECENTI RISULTATI DI PREVISIONE CLIMATICA PER LA REGIONE MEDITERRANEA
Antonello PROVENZALE, CNR-ISAC – Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima
IL RISCHIO IDROGEOLOGICO
Valutazione del rischio idraulico
Giorgio ROTH, Università di Genova
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
Controllo del territorio, sicurezza urbana e gestione emergenze: tecnologie ed esperienze
Telecom Italia
Antonio PIGOZZI, Vertical Marketing e Smart Services – Public Sector, Telecom Italia
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA' IN EMERGENZA IN SITUAZIONI CRITICHE

Le reti digitali nelle radiocomunicazioni d'emergenza.

A cura di: Alberto BARBERA, Presidente RNRE- Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazione Emergenza

INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
Le attività dell’ISCOM nel campo della sicurezza dell’ICT
Sandro MARI, Funzionario Tecnico ISCOM – Dipartimento per le Comunicazioni – Ministero dello
Sviluppo Economico
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
Ipotesi di gestione del territorio e delle emergenze in caso di calamitá naturali (early warning)
Luca SANI, VP Vendite Protezione delle informazioni ed intelligence - responsabile del Progetto SIT MEW
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
DMR – Introduzione allo Standard, Key Benefits e Case Study
Marco MORRESI, DMR Association - Marketing Working Group
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
Lineamenti organizzativi del sistema di gestione degli eventi di protezione civile della Città di Torino
Giovanni ACERBO, Dirigente della Direzione Protezione Civile e Trasmissioni, Città di Torino
INFRASTRUTTURE, RETI E SERVIZI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ IN EMERGENZA E IN SITUAZIONI CRITICHE
Il dispositivo di mobilitazione delle colonne mobili del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
e le dotazioni per il superamento della crisi totale di infrastrutture, reti e servizi sul cratere
dell’emergenza
Pippo Sergio MISTRETTA, Direttore Centrale per l’Emergenze ed il Soccorso Tecnico –
Dipartimento dei Vigili del Fuoco
IL FUTURO DEGLI UAV NEL MONITORAGGIO AMBIENTALE

Micro and Mini UAV Airworthiness, Europena and NATO Activities

Fulvia QUAGLIOTTI, Politecnico di Torino
SCUDI ASSICURATIVI
Riflessioni in tema di assicurazione dei rischi da catastrofi naturali
Roberto MANZATO, Direttore Vita, Previdenza e Risparmio gestito - ANIA
RISCHI, NATURA E CLIMA: CHI STA CAMBIANDO?
Pandemie e malattie legate alle variazioni climatiche
Olivia BESSI, Direzione Generale della Sanità Animale e del Farmaco Veterinario – Ministero della Salute
RISCHI, NATURA E CLIMA: CHI STA CAMBIANDO?
Climate change and food security
Barbara DE SANTIS, ISS - Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare
LA CORRETTA REALIZZAZIONE DELLE COSTRUZIONI COME MOMENTO FONDAMENTALE DELLA PREVENZIONE

Progettare,costruire e consolidare pensando al terremoto

Alessandro DE STEFANO, Politecnico di Torino

RICERCA E UTILIZZO DEI DATI SUI DISASTRI NATURALI
NaRiDIS (Natural Risk Data Integration System), la piattaforma per l’integrazione e la
condivisione di conoscenza nella valutazione dei rischi naturali proposta dal Centro
interdipartimentale “NatRisk” (Università di Torino)
Maria Luisa SAPINO, Università di Torino, Centro Interdipartimentale NatRisk
RICERCA E UTILIZZO DEI DATI SUI DISASTRI NATURALI Prima parte: La documentazione scientifica e l’attività accademica sui rischi naturali
I dati scientifici rilevanti per la previsione dei rischi naturali. Casi di studio ed attività di
ricerca del Centre for Natural Hazards Research (Canada)
John CLAGUE, Simone Fraser University, Burnaby, Canada
SCUDI ASSICURATIVI

ASSICURAZIONE CalNat e RISCHIO ALLUVIONE

 Mario MARTINA, Università di Bologna

IL FUTURO DEGLI UAV NEL MONITORAGGIO AMBIENTALE
Gianfranco TODESCO, Commissario Capo Responsabile del Nucleo Investigazioni
Scientifiche e Tecnologie Polizia Locale di Torino
SCUDI ASSICURATIVI
Aspetti economici dell’assicurazione sui disastri naturali: quali problemi dal lato della domanda?
Donatella PORRINI, Università degli Studi di Lecce
RISCHI, NATURA E CLIMA: CHI STA CAMBIANDO?
Marco GIARDINO, Università di Torino
SCUDI ASSICURATIVI
Fabio LUINO, CNR-IRPI – Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica
RICERCA E UTILIZZO DEI DATI SUI DISASTRI NATURALI
L’importanza dei database nazionali per la gestione dei rischi naturali. Le attività, i risultati
e le prospettive del Progetto IFFI (Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia)
Alessandro TRIGILA, Responsabile Segreteria tecnica Progetto IFFI
IL FUTURO DEGLI UAV NEL MONITORAGGIO AMBIENTALE
Massimo NERI, Mavigex
RICERCA E UTILIZZO DEI DATI SUI DISASTRI NATURALI
Dati scientifici, archivi storici, documentazione tecnica e monitoraggio dei rischi naturali.
Come integrarli a livello regionale nell’attività di un Centro Funzionale
Sara RATTO, Dirigente del Centro Funzionale Valle d’Aosta
RISCHI, NATURA E CLIMA: CHI STA CAMBIANDO?
Eventi legati al cambiamento climatico
Vittorio CANUTO, Esperto NASA
RICERCA E UTILIZZO DEI DATI SUI DISASTRI NATURALI Prima parte: La documentazione scientifica e l’attività accademica sui rischi naturali
Presentazione generale sulle tipologie di rischio e sulle metodologie di studio basata sull’opera
“The Encyclopedia of Natural Hazards”
Peter T. BOBROWSKY, Segretario Generale International Union of Geological Sciences

GL events Italia S.p.A.
Lingotto Fiere - Via Nizza 294 - 10126 Torino - Italia
Tel.: +39 011 66 44 111 - Fax: +39 011 66 46 642 - info@protec-italia.it - P.Iva 01956421208 - Note legali